domenica 9 novembre 2014

Impianti dentali - cosa sono?

L'implantologia dentale oggi rappresenta una valida soluzione per la sostituzione di denti mancanti, poiché garantisce affidabilità e sicurezza al paziente. Si tratta comunque di un intervento complesso, da non prendere alla leggera. In pratica si tratta di inserire un elemento che deve integrarsi con il nostro corpo. L’impianto dentale, infatti, si deve integrare con l’osso nel quale viene posizionato. Per la realizzazione degli impianti dentali, di norma si utilizza il titanio, materiale resistente e biocompatibile (lo stesso materiale che si usa per le protesi in ortopedia). Una volta inseriti gli impianti nell’osso è necessario attendere un periodo di tempo che va dai 3 ai 6 mesi, prima di caricarli con le protesi. Se l’impianto si carica subito (implantologia a carico immediato) diminuisce notevolmente la percentuale di successo (Delayed versus immediate loading of implants: survivor analysis and risk factors for dental implant failure, Susarla SM, Chuang SK, Dodson TB, J. Oral Maxillofac Surg,). Del resto, basta pensare a quando ci si frattura un arto: ci sarà pure una ragione se viene messo un gesso o un tutore per evitare di caricarlo... è lo stesso principio.