lunedì 2 aprile 2012

Protesi fisse, semi-fisse, implantologia.. informazioni varie

Qualche informazione per aiutare le persone a districarsi nella terminologia, a volte non chiara, delle cure odontoiatriche.

Dentalgroup ed i dentisti ungheresi della sua clinica odontoiatrica sono ovviamente a disposizione per fornire qualsiasi chiarimento, che sia specifico o generale, o per assistevi a trovare la soluzione più adatta a voi.

1) PROTESI FISSA: restauro o sostituzione dei denti con elementi artificiali che non possono essere rimossi: per esempio corone e ponti (insieme di più corone). Una corona è generalmente realizzata con un supporto interno in lega di metallo o di zirconio e rivestita di ceramica che riprodurrà la forma ed il colore desiderati; le corone in zirconio e ceramica sono allo stato attuale quelle che più si avvicinano alla naturalezza dei denti.

La durata di una protesi fissa è strettamente legata alla salute dei denti e degli impianti che la sostengono e la salute è strettamente legata al mantenimento costante di una corretta igiene orale ( spazzolino, filo interdentale, ecc.).

2) PROTESI RIMOVIBILE (totale o parziale).

La protesi totale è costituita da denti artificiali in materiale acrilico inseriti su una base che simula forma e colore delle gengive; a volte viene usata a come protesi provvisoria, in attesa della protesi fissa definitiva.

La pulizia della protesi rimovibile va eseguita dopo ogni pasto con spazzolini appositi in modo da rimuovere ogni deposito di cibo e di placca.

Nel tempo le protesi rimovibili devono essere ribasate cioè riadattate alla forma delle gengiva che potrebbe avere subito un cambiamento della forma.

3) PROTESI COMBINATA

Come dice il nome stesso, è una combinazione di due tipi di protesi: fissa (corone/ponti) e rimovibile per la sostituzione dei denti mancanti. La parte rimovibile è unita alla parte fissa mediante dei dispositivi di ancoraggio (i nostri dentisti non usano mai i ganci, sconsigliati in quanto poco stabili e con l'attrito finiscono per rovinare la parte fissa); per dare un'idea degli elementi per l'ancoraggio si può pensare agli automatici (click-clack) usati in sartoria.

La protesi combinata, essendo attaccata a delle corone cementate sui denti rimasti ha, rispetto alla protesi rimovibile con ganci (scheletrato con ganci), i vantaggi di fornire più stabilità nella masticazione, un'estetica migliore ed una più lunga durata nel tempo.


4) PROTESI SU IMPIANTI: sostituzione dei denti mancanti mediante l’utilizzo degli impianti osteointegrati, per sostituire uno o più denti oppure, mediante dispositivi di ancoraggio, protesi cosiddette semi- fisse

Gli impianti dentali sono viti in titanio, inserite nell’osso, per sostituire dei denti o radici mancanti. Tramite un piccolo intervento chirurgico viene eseguito un foro nell’osso per posizionare l’impianto prescelto. Il tessuto osseo riforma attorno all'impianto, mediante un processo detto osteointegrazione, che richiede qualche mese.

Il requisito principale per la soluzione implantologica è (in linea molto generale) una sufficiente quantità di tessuto osseo. Tuttavia, laddove spessore e altezza dell’ osso non siano sufficienti per inserire un impianto con tecniche standard, si può ricorrere a tecniche di chirurgia avanzata (ricostruzione ossea, innesto di osso) per aumentare lo spessore e l’altezza dell’osso prima o durante l’inserimento dell’impianto.

L'implantologia può permettere sia di risolvere la mancanza di un solo dente, sia di arrivare a dare a chi non ha denti una masticazione con protesi fissa, eliminando così i disagi della protesi rimovibile o semi-fissa ovvero ancorata agli impianti mediante particolari elementi di precisione per ancoraggio.

Ogni soluzione necessita SEMPRE una pianificazione scrupolosa.

sito: www.dentalgroup.it

per informazioni: info@dentalgroup.it